Tennis: 

allenarsi nei giorni del lockdown




Se Covid e lockdown hanno privato tanti sportivi del piacere di tenersi in forma, tanti altri hanno continuato a farlo scegliendo la via dell’agonismo.

A tutti è noto come l’attuale situazione, con tutte le restrizioni ad essa legate, abbia duramente colpito gli appassionati di sport. Come i tennisti, soggetti tra i più penalizzati, data l’impossibilità di poterlo praticare al di fuori degli impianti. 

In tanti hanno sollevato perplessità sulle misure adottate: se è vero che molti sport prevedono il contatto fisico tra atleti, questa condizione non si verifica tra i tennisti, che giocano anzi a una distanza notevole. Va inoltre evidenziato come la racchetta sia un attrezzo d’uso personale e facilmente igienizzabile. 

Le disposizioni di sicurezza parlano chiaro: è permesso allenarsi esclusivamente agli atleti agonisti. Una condizione che ha acceso molto interesse tra chi pratica sport: la possibilità di allenarsi ha avvicinato nuovi giovani all’agonismo.

È uno sport completo, il tennis. Può essere vissuto con spirito competitivo o semplicemente come un modo divertente per tenersi in forma. Così commenta Marco Morotti, vicepresidente del Tennis Club Piazzano, a Novara: “L’esercizio fisico praticato con regolarità migliora la salute, la forma fisica, l’umore e l’autostima ed è un’attività indispensabile per tutti, soprattutto per i giovani”.  Insomma, tanta energia per corpo e psiche.

Oltre agli allenamenti, gli agonisti sono autorizzati a partecipare a tornei e manifestazioni sportive, anche durante il particolare periodo che stiamo vivendo. 


Sono seguiti costantemente da istruttori qualificati, con programmi personalizzati ed accompagnati nelle trasferte più impegnative.
“Il tennis è uno sport più sicuro rispetto ad altri. Purtroppo stiamo affrontando un periodo prolungato di sedentarietà, con ricadute sulla salute” spiega Morotti. “Per tutelare chi a pieno diritto continua ad allenarsi, al Piazzano abbiamo adottato tutte le misure richieste da governo e federazione: controllo della temperatura in ingresso, percorsi separati, attività all’aperto, tutti gli spazi comuni sono stati ripensati  e siamo felici di poter dire che gli aspiranti tennisti potranno allenarsi in sicurezza. Il monitoraggio è scrupoloso, grazie anche a marker biologici rilevati quotidianamente con i nostri preparatori atletici”.

La sicurezza è un vanto che si aggiunge ad una storia già prestigiosa: se c’è un punto di riferimento in città per sportivi e campioni, questo è il Club Piazzano. Si tratta del tempio novarese del tennis fin dal 1959, sede di riferimento per  ITS – International Tennis School, che forma con successo atleti ad ogni livello. Lo staff tecnico è guidato dal tecnico nazionale FIT Matteo Sacchi e composto da maestri nazionali, istruttori, preparatori atletici, una preparatrice mentale ed un educatore alimentare, tutti al servizio di atleti che in più occasioni hanno saputo distinguersi in Italia e nel mondo. Ne è riprova la promozione del team maschile in serie A e di quello femminile in serie B, nel corso del 2020.


Al Piazzano si gioca tutto l’anno: il complesso ospita cinque campi in terra rossa dei quali quattro coperti. Giocatori professionisti con classifica ATP e campioni di livello nazionale frequentano abitualmente i campi, motivando gli allievi e conferendo grande prestigio al centro, nel solco della sua tradizione.

Contattaci per informazioni

Italia

I contenuti di Google Maps non possono essere mostrati in virtù delle tue attuali impostazioni sui cookie. Seleziona "Mostra contenuti" per visualizzare i contenuti e acconsentire alle impostazioni sui cookie di https://policies.google.com/privacy. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la [politica sulla privacy] di Google Maps (https://policies.google.com/privacy). Clicca qui per ritirare il tuo consenso alle [impostazioni sui cookie] in qualsiasi momento(/redirect-to-page/9f62357c-919f-4e46-92d2-1a45b276016b).

Mostra contenuti